Print Shortlink

Dicembre 2010

Riprendiamo la nostra consuetudine di pubblicare i comunicati che giungono dalle missioni, riportando di seguito una corrispondenza tra i padri carmelitani scalzi missionari in Madagascar, i loro confratelli della famiglia carmelitana in Sicilia e tutti gli amici in Italia, corrispondenza la quale ci aggiorna sul progetto della costruzione di una casa della speranza per accogliere dei bambini orfani o con situazioni particolari. Oltre alle foto, che ci consentono come sempre di “affacciarci” sulla missione aprendocene la finestra, ci giungono delle notizie dettagliate che riportiamo qui di seguito.

Per le pareti anziché usare la calce come colore, si usa il color mattone come finti mattoni. La tecnica è semplice: appena fatto l’intonaco si colora sopra con la polvere di mattone mescolata nell’acqua, cioè si frantuma il mattone fino a renderlo polvere, e questa, diluita nell’acqua, dà il colore del mattone – che aderisce molto bene nell’intonaco senza avere così bisogno di pitturare periodicamente Il tetto è quasi completato e si porta avanti l’intonaco.

Share