Sul precariato si cambia musica!

Catania, 25 giugno 2012, ore 20.30

Cortile Platamone

La FLC CGIL (Federazione della Conoscenza) di Catania, intende focalizzare l’attenzione sul tema del precariato nelle categorie della conoscenza (scuola-università-ricerca-formazione professionale, alta formazione artistica e musicale) con una serata-evento che avrà come titolo “Sul precariato si cambia musica”. La scuola, l’università e la ricerca rappresentano i pilastri culturali sui quali si edifica la crescita e lo sviluppo di una Nazione, e questi ultimi anni sono stati anni drammatici e particolarmente pesanti per i tagli subiti da questi settori.

Alla serata, che sarà condotta da Roberta Lunghi (Radio Telecolor) e che si avvale della direzione artistica di Seba (giovane e talentuoso cantautore catanese), parteciperanno numerosi esponenti del mondo musicale e della cultura, in qualità di testimonial. Saranno nostri ospiti Luca Madonia, Matteo Amantia, e numerosi artisti, tra cui i giovani musicisti dell’Istituto Musicale “V. Bellini”, che daranno il loro contributo alla serata e alla causa che ci sta a cuore.

Sono stati invitati, in rappresentanza della società civile, le associazioni culturali e di volontariato Agazi, Autismo oltre onlus, Cives pro civitate, Ethos, Fiumara d’arte Antonio Presti, Homoweb, La città felice, Talità kum, che hanno aderito dando il loro patrocinio alla manifestazione.

La scuola, l’università e la ricerca sono le basi per il futuro del Paese, perché rendono la sua economia più competitiva e più innovativa, per questo vogliamo che si parli di cultura, non solo tra gli addetti ai lavori, ma sensibilizzando il più possibile la società civile. Desideriamo attirare l’attenzione su questi temi anche con parole diverse da quelle della politica, e per farlo, servono linguaggi nuovi che parlino ai giovani, che arrivino al cuore, prima che alla mente, della gente comune. Vogliamo usare la musica, che è un linguaggio universale e fa parte della vocazione culturale del nostro Paese. Vogliamo che siano gli intellettuali e gli uomini e le donne di cultura d’Italia a dire che, senza una scuola pubblica, il diritto allo studio viene negato e la nazione ne esce impoverita. Contiamo sulla sensibilità, sulla voglia di partecipare e di dare il proprio contributo artistico e umano degli esponenti illustri in campo musicale, letterario e culturale della nostra terra.

Interverranno alla serata: Mimmo Pantaleo, Segretario generale FLC CGIL, Giusto Scozzaro, Segretario generale FLC CGIL Sicilia, Antonella Distefano, Segretario generale FLC CGIL Catania, Angelo Villari, Segretario generale Camera del Lavoro di Catania.

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *